ZECCHINO ATTACCA IL SINDACO ANDREANO: ‘INCAPACE DI RAPPRESENTARE LA POPOLAZIONE’


Riceviamo e pubblichiamo un comunicato stampa da parte dell’ex sindaco ed ex assessore provinciale Marcello Zechino a proposito della frana. L’intervento è una durissima presa di posizione nei confronti del sindaco Giuseppe Andreano, motivata come segue:
A Montaguto la complessa gestione della macchina operativa è da circa un mese nelle mani del Capo della Protezione Civile. Il dott. Guido Bertolaso sta cercando di recuperare il tempo perduto e superare le problematiche di non facile risoluzione che gli sono state sottoposte.
Il problema che da tempo si avverte, strettamente correlato alle attività in essere, è un altro: il sindaco di Montaguto è incapace di rappresentare i bisogni della cittadinanza e del territorio…

E’ notorio che sono i semplici cittadini a farsi carico della gestione delle urgenze locali. Ai cittadini il compito di essere portavoce dei bisogni del territorio. In questi anni il sindaco, sebbene da più parti sollecitato, non ha mai convocato il Consiglio comunale per la trattazione di un argomento così delicato. Ha preferito seguire una linea personale nella vicenda frana.
Basta accedere al portale istituzionale del Comune di Montaguto per rendersi conto che non c’è traccia dei disagi che da anni affliggono un vasto comprensorio. Per avere notizie occorre attingerle dalla stampa e dai Tg locali ma, principalmente, dal portale "Montaguto.com" che, grazie al prezioso impegno di pochi giovani volontari, è l’unica fonte che consente un aggiornamento costante delle notizie.
Il sindaco è: Autorità comunale di Protezione Civile, Organo responsabile dell’Amministrazione del Comune, Ufficiale di Governo e Autorità Sanitaria locale. A Montaguto tutto questo è pura e semplice utopia
Non si può tollerare questo stato di cose; non si può più accettare l’assenza istituzionale di chi è chiamato a tutelare i diritti e gli interessi della comunità che rappresenta. Occorre una svolta! Se così non fosse, le dimissioni del sindaco sarebbero inevitabili e con la successiva nomina di un Commissario si potrà ottenere quella tutela necessaria che il territorio attende da oltre quattro anni.

Marcello Zecchino

2010-05-18 18:47:19

4

Commenti

comments

Lascia un commento