La contea di Santa Cruz subisce “danni significativi” durante la tempesta – NBC Bay Area

UN Potente tempesta infrasettimanale La tempesta ha causato “danni significativi” in tutta la contea di Santa Cruz, anche lungo la costa, con diverse navi distrutte, hanno detto giovedì i funzionari della contea.

Nella famosa località balneare di Capitola, una parte del molo è crollata in mare mentre onde distruttive si sono abbattute sulla costa. Il vicino Seacliff Pier ha subito “gravi danni”, ha detto la contea.

I residenti di lunga data di Capitola hanno affermato che il molo è importante non solo come simbolo iconico, ma anche come attrazione che attira i visitatori verso le attività commerciali della città.

“Molto triste, davvero. Wharf, è molto devastante”, ha detto Christine Tinker, residente a Capitola. “Sarà sicuramente chiuso per un po’.”

L’acqua piovana e l’aumento delle acque alluvionali nel villaggio di Capitola hanno spinto le autorità a evacuare l’area. Le attività commerciali del villaggio hanno subito “danni significativi” ma nessun ferito, ha detto la polizia.

“La combinazione del moto ondoso e della pioggia ci ha messo nella situazione in cui ci troviamo adesso”, ha detto il capo della polizia di Capitola Andrew Daly. “Il moto ondoso dovrebbe diminuire in modo significativo entro domani, quindi questo dovrebbe aiutare la nostra situazione attuale, ma stiamo ancora monitorando l’alta marea e il flusso delle piogge”.

Il villaggio rimarrà chiuso fino a quando le squadre non valuteranno i danni e determineranno se è sicuro riaprire, ha detto la polizia.

READ  16 persone sono morte nell'incidente in elicottero, tra cui il ministro dell'Interno ucraino

“È una situazione seria”, ha detto il sindaco di Capitola Marcoux Kaiser. “Vogliamo prendere tutte le precauzioni possibili”.

La contea ha esortato il pubblico a evitare le spiagge giovedì a causa di “grandi onde e alte maree”, definendo le condizioni “straordinariamente pericolose”.

Ai residenti delle zone costiere basse è stato consigliato di evacuare se potevano farlo in sicurezza. Ai residenti impossibilitati a evacuare è stato consigliato di rimanere sul posto e di stare lontano dalle finestre affacciate sull’oceano.

Sarah Froy, che vive a Soquel Creek, che sfocia nell’Oceano Pacifico, è stata una dei residenti costretti a evacuare giovedì mattina.

“Le onde sono enormi”, ha detto Froy. “Sono le guardie alluvionali, che mandano tutte le assi e le assi lungo il corso del fiume.”

Molti residenti sono tornati per salvare ciò che potevano dalle loro case allagate e il pericolo rimane.

“Non vuoi perdere la vita, ma vuoi risparmiare il più possibile”, ha detto Froy.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *