Il micidiale incidente della Yeti Airlines mette in luce i pericoli del volo in Nepal



Cnn

A seguito di ciò, sono in corso operazioni di ricerca e soccorso in Nepal Incidente aereo mortale Ciò evidenzia ancora una volta i pericoli del viaggio aereo in un paese.

Delle 72 persone a bordo, almeno 69 sono state uccise ei loro corpi sono stati successivamente recuperati Yeti Airlines L’aereo si è schiantato domenica vicino alla città di Pokhara.

Centinaia di personale di emergenza sono stati coinvolti nelle operazioni di ricerca e salvataggio di lunedì, che sono state sospese e riprenderanno martedì mattina, ha detto il portavoce dell’esercito nepalese Krishna Prasad Bhandari.

Il sovrintendente della polizia del distretto di Kaski, Ajay KC, ha detto lunedì scorso che la possibilità di trovare sopravvissuti era “estremamente bassa” poiché i lavoratori hanno estratto i corpi dalla gola usando una gru.

La compagnia aerea ha detto che sono state identificate 41 vittime. I loro corpi saranno consegnati alle loro famiglie, hanno detto i funzionari delle compagnie aeree e la polizia locale.

Gli esami post mortem sono stati ritardati poiché una squadra di esperti forensi non ha raggiunto Pokhara fino a lunedì pomeriggio, ora locale.

Secondo il ministero degli Esteri della Corea del Sud, si ritiene che due cittadini sudcoreani siano tra le vittime dell’incidente.

I corpi, ritenuti stranieri, saranno portati a Kathmandu dove saranno effettuati i test necessari per identificarli, hanno detto funzionari nepalesi.

È stato il peggior incidente aereo del Paese himalayano degli ultimi 30 anni. Secondo i dati dell’Aviation Safety Network, si tratta del terzo peggior incidente aereo nella storia del Nepal.

Gli esperti affermano che condizioni come il maltempo, la scarsa visibilità e il terreno collinare rendono la reputazione del Nepal troppo pericolosa per i viaggi aerei.

Il volo Eti Airlines era in viaggio dalla capitale Kathmandu a Pokhara domenica quando ha perso il contatto con la torre di controllo. Secondo l’autorità per l’aviazione civile del paese, a bordo c’erano circa 15 stranieri.

Secondo un portavoce di Eti Airlines, il pilota dell’aereo abbattuto ha perso il marito – il copilota dello stesso aereo – in un incidente simile nel 2006.

Anju Khadiwada aveva deciso di diventare un pilota dopo la morte del marito Deepak Pokhrel e ha usato i soldi dell’assicurazione per recarsi negli Stati Uniti per il suo addestramento, ha detto Sudarsan Bardaula alla CNN. È con la compagnia aerea dal 2010 e ha più di 6.300 ore di esperienza di volo.

“Era una donna coraggiosa di tutto coraggio e determinazione. Ci ha lasciato troppo presto”, ha detto.

Khatiwada era un capitano e stava volando con un pilota istruttore per ulteriore addestramento al momento dell’incidente, ha aggiunto Bardaula.

La città lacustre di Pokhara è una popolare destinazione turistica e porta d’accesso all’Himalaya. Serve come punto di partenza del famoso trekking del Circuito dell’Annapurna, con oltre 181.000 stranieri che hanno visitato la regione nel 2019.

Una squadra governativa con l’aiuto delle autorità francesi sta ora indagando sulla causa dell’incidente. L’aereo Eti Airlines è prodotto da ATR, una società aerospaziale con sede in Francia.

La scatola nera che registra i dati del volo sarà recuperata lunedì e consegnata all’Autorità per l’aviazione civile, hanno detto i funzionari.

L’autorità per l’aviazione civile del Nepal ha affermato che tutti gli aerei ATR-42 e ATR-47 nel Paese sono stati ispezionati in seguito all’incidente di Eti Airlines e non sono stati riscontrati problemi meccanici.

I modelli meteorologici instabili non sono l’unico problema per le operazioni di volo. Un passo Rapporto sulla sicurezza 2019 Secondo l’autorità per l’aviazione civile del Nepal, il “terreno ostile” del Paese fa parte della “grande sfida” che i piloti devono affrontare.

Il Nepal, un paese di 29 milioni di persone, ha otto delle 14 montagne più alte del mondo, tra cui l’Everest, e i suoi splendidi paesaggi aspri ne fanno una popolare destinazione turistica per gli escursionisti.

Ma questo terreno può essere difficile da navigare dall’alto, soprattutto in caso di maltempo, e le cose sono aggravate dalla necessità di utilizzare piccoli aerei per accedere a zone remote e montuose del paese.

Queste sfide rendono più probabile che gli aerei con 19 posti o meno si schiantino, afferma il rapporto dell’Autorità per l’aviazione civile.

Kathmandu è il principale hub di trasporto del Nepal e molti di questi piccoli voli partono da lì.

L’aeroporto della città di Lukla, nel nord-est del Nepal, è spesso indicato come il L’aeroporto più pericoloso del mondo. Conosciuta come la porta dell’Everest, la pista dell’aeroporto si trova su una scogliera tra le montagne e alla fine precipita direttamente in un baratro. Ha assistito a diversi incidenti mortali nel corso degli anni, inclusi il 2008 e il 2019.

La mancanza di investimenti in velivoli obsoleti non fa che aumentare i rischi del volo.

Nel 2015, l’Organizzazione per l’aviazione civile internazionale, Nazioni Unite, La priorità è stata data all’aiuto al Nepal Attraverso la sua partnership di assistenza per l’applicazione della difesa aerea. Due anni dopo, l’ICAO e il Nepal hanno annunciato una partnership per affrontare i problemi di sicurezza.

Sebbene negli ultimi anni il paese abbia apportato miglioramenti ai suoi standard di sicurezza, permangono delle sfide.

Nel maggio 2022, Tara Air è decollata da Pokhara Colpisci una collina22 persone sono state uccise.

All’inizio del 2018, un volo US-Bangla Airlines dalla capitale del Bangladesh Dacca a Kathmandu Si è schiantato in atterraggio Ed è scoppiato un incendio, uccidendo 51 delle 71 persone a bordo.

E nel 2016, un volo della Tara Air sbriciolato Domenica quando l’aereo scomparso stava percorrendo la stessa rotta. L’incidente ha coinvolto un aereo gemello Otter acquistato di recente che volava in condizioni limpide.

READ  Australia PMI, Giappone Jibun Flash PMI, festività del capodanno lunare

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply