I tagli di posti di lavoro si sono diffusi in tutto il settore tecnologico, con Microsoft che ha licenziato 10.000 persone

Microsoft sta tagliando 10.000 lavoratori, quasi il 5% della sua forza lavoro, unendosi ad altre società tecnologiche che hanno ridimensionato le loro espansioni nell’era della pandemia.

La società ha dichiarato mercoledì in un deposito normativo che i licenziamenti sono stati una risposta alle “ampie condizioni economiche e al cambiamento delle priorità dei clienti”.

La società di software con sede a Redmond, Washington, ha affermato che apporterà modifiche al suo portafoglio hardware e consoliderà i suoi spazi per uffici in affitto.

Microsoft sta tagliando molti meno posti di lavoro rispetto a quelli aggiunti durante la pandemia di Covid-19 poiché ha più persone che lavorano e studiano da casa a causa del boom della domanda di software per il posto di lavoro e servizi di cloud computing.

“Molto è superlavoro nelle assunzioni”, ha detto Joshua White, professore di finanza alla Vanderbilt University.

La forza lavoro di Microsoft è cresciuta di circa il 36% nei due anni fiscali successivi allo scoppio della pandemia, passando da 163.000 lavoratori a fine giugno 2020 a 221.000 a giugno 2022.

I licenziamenti “rappresentano meno del 5% della nostra forza lavoro totale, con alcuni annunci in corso oggi”, ha dichiarato il CEO Satya Nadella in una e-mail ai dipendenti.

“Mentre elimineremo i ruoli in alcune aree, continueremo ad assumere in aree strategiche chiave”, ha affermato Nadella. Ha sottolineato l’importanza di costruire una “nuova piattaforma informatica” utilizzando i progressi dell’intelligenza artificiale.

I clienti che hanno accelerato la loro spesa per la tecnologia digitale durante la pandemia stanno ora “cercando di ottimizzare la loro spesa digitale per fare di più con meno”, ha affermato.

“Stiamo vedendo aziende di ogni settore e area geografica agire con cautela poiché alcune parti del mondo sono in recessione mentre altre parti ne stanno anticipando una”, ha scritto Nadella.

READ  Dove cercare, quando iniziare

Anche altre aziende tecnologiche stanno tagliando posti di lavoro Tra le preoccupazioni per un rallentamento economico.

Amazon e il produttore di software aziendali Salesforce hanno annunciato importanti tagli di posti di lavoro all’inizio di questo mese mentre tagliano i salari che sono aumentati rapidamente durante il blocco della pandemia.

Amazon ha annunciato che taglierà circa 18.000 posizioni. I licenziamenti sono i più grandi nella storia dell’azienda con sede a Seattle, anche se solo una frazione della sua forza lavoro globale di 1,5 milioni.

La società madre di Facebook Meta sta licenziando 11.000 persone, circa il 13% della sua forza lavoro. Ed Elon Musk, il nuovo CEO di Twitter, ha tagliato la forza lavoro dell’azienda.

Nadella, che questa settimana ha partecipato all’incontro annuale del World Economic Forum a Davos, in Svizzera, mercoledì non ha affrontato direttamente i licenziamenti.

Alla domanda del fondatore del forum Klaus Schwab sul significato dei licenziamenti tecnologici per il modello di business del settore, Nadella ha affermato che le aziende che hanno prosperato durante la pandemia di COVID-19 stanno ora “normalizzando” tale domanda.

“Ovviamente, dovremmo essere bravi anche in campo tecnico, giusto?” Nadella ha detto. “Non si tratta di tutti che fanno di meno. Dobbiamo fare di meno. Quindi dobbiamo mostrare i nostri guadagni di produttività attraverso la nostra tecnologia.

Microsoft non ha risposto immediatamente alle domande su dove si sarebbero concentrati i licenziamenti e le chiusure degli uffici. A giugno c’erano 122.000 lavoratori negli Stati Uniti e 99.000 altrove.

White, il professore di Vanderbilt, ha affermato che tutte le industrie vogliono tagliare i costi prima di una potenziale recessione, ma le società tecnologiche potrebbero essere particolarmente sensibili a un rapido aumento dei tassi di interesse, che è stato utilizzato in modo aggressivo dalla Federal Reserve negli ultimi mesi. La lotta all’inflazione.

READ  "Avatar 2" batterà "Last Jedi" nella lista americana di tutti i tempi - Scadenza

“Colpisce le aziende tecnologiche un po’ più duramente di quelle industriali o dei beni di consumo perché la maggior parte del valore di Microsoft è in progetti che hanno flussi di cassa che non possono essere pagati per anni”, ha affermato.

Tra i progetti che hanno attirato l’attenzione di recente ci sono l’investimento di Microsoft nel suo partner di avvio di San Francisco OpenAI, lo strumento di scrittura ChatGPT e altri sistemi di intelligenza artificiale in grado di generare testo, immagini e codice informatico leggibili.

Microsoft, che possiede il business dei giochi Xbox, deve affrontare l’incertezza normativa negli Stati Uniti e in Europa sulla prevista acquisizione da 68,7 miliardi di dollari del gigante dei videogiochi Activision Blizzard, che fino a un anno fa aveva circa 9.800 dipendenti.

____

Lo scrittore di affari di AP Kelvin Chan ha contribuito a questa storia da Londra.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply